giovedì 5 aprile 2018

Splendidi Tulipani

Una Magnifica, anche se nuvolosa, giornata in un campo di Tulipani.


Cornaredo, in provincia di Milano, ci offre la possibilità di raccogliere direttamente i nostri fiori potendo sceglierne il colore, il tipo e la specie...
con U-Pick
un sistema adottato già da altri paesi che ti vestono i panni di attore principale.


Terreno fangoso
Nuvole
non hanno inquinato lo stupore, la gioia e la freschezza di questo semplice gesto
Raccogliere un fiore
Davvero Magico.


Riuscire ad individuare la particolarità di ogni singolo fiore...
Ogni singolo fiore.... hahahahaha...  impossibile schiodarli.





Non poteva mancare una breve storia...


Il tulipano è originario della Persia e della Turchia. Il Lali, come il tulipano è chiamato in turco, in quei luoghi cresce spontaneamente. Nel 16° secolo, Costantinopoli, l'attuale Istanbul, era considerata una delle più belle città al mondo. Era un centro di commerci, scambi, cultura e intrighi politici, ammirata anche per i suoi stupendi giardini. 
Il tulipano in Persia
In Turchia la popolarità del tulipano raggiunse il suo apice con l'inizio del 18° secolo, noto anche come il 'secolo del tulipano'. Ogni primavera, alla luna piena, il sultano Ahmed III organizzava una favolosa mostra di tulipani nei giardini del palazzo. Pare facesse anche importare bulbi dall'Olanda. Centinaia di vasi con i più bei tulipani erano posti su rastrelliere. C'erano bocce di cristallo riempite di liquidi colorati e la luce dei lampadari di cristallo contribuiva a creare un'atmosfera da fiaba. Ai rami degli alberi erano appese gabbie con canarini e usignoli che riempivano l'aria del loro canto. I colori dei vestiti degli ospiti si intonavano a quelli dei fiori. Queste feste causarono a dire il vero la caduta del sultano. Venne ucciso da cospiratori che ritenevano tutto ciò un folle sperpero di denaro . Il commercio e la coltivazione dei tulipani vennero quindi strettamente regolamentati. Il commercio dei bulbi fu vietato al di fuori della capitale. I trasgressori venivano severamente puniti. Tutte le varietà, note o nuove che fossero, venivano accuratamente catalogate. Nel più antico libro sui tulipani pervenutoci si trovano non meno di 1588 nomi di tulipani.
Il tulipano in Europa 
Si dice che il primo tulipano sia arrivato in Gran Bretagna dall'Austria e più precisamente da Vienna nel 1578. Circa 45 anni più tardi, John Parkinson, un noto autore di erbari, ne catalogò oltre 150 varietà. Le suddivise in tre gruppi; a fioritura precoce, di mezza stagione e a fioritura tardiva. Tale classificazione è tuttora in uso. A tutt'oggi la Gran Bretagna ha un ruolo molto importante nella coltivazione e nella catalogazione delle nuove varietà. 
In Francia il tulipano era il fiore di corte durante il regno di Luigi XIV, il Re Sole. Le dame di corte erano soliti usare tulipani, un simbolo di ricchezza, per ornare i loro abiti scollati.
Nel 19° secolo il commercio dei bulbi prosperava a Berlino ma l'espansione continua della città seppellì i giardini sotto gli edifici.

Il tulipano in Olanda 
Il diplomatico fiammingo Ogier De Busbecq, inviato degli Asburgo alla corte di Sulimano il Grande, si fece contagiare dalla mania. Nelle sue lettere parlava in termini entusiastici della bellezza dei tulipani e ne inviò alcuni bulbi a un suo amico, lo studioso olandese Carolus Clusius. Clusius aveva appena iniziato a lavorare in qualità di botanico presso l'Università di Leiden. Era molto geloso dei suoi fiori rari. Si dice che chiedesse somme talmente esorbitanti che nessuno era disposto a comprare i suoi bulbi. Alcuni gentiluomini animati da spirito commerciale non potevano più sopportare questo stato di cose e una notte entrarono furtivamente nel suo giardino e gli rubarono i bulbi. Si dice che Clusius fu così addolorato da non volerne più sapere della coltivazione dei tulipani e che i bulbi rubati furono la base per l'inizio della coltivazione del tulipano in Olanda.

e uno Studio compreso di Sezione...





mercoledì 4 aprile 2018

Leonardo in tutte le salse

Hahahahaha...
Come si può non ammirare questo straordinario personaggio??? Nel bene e nel male...



Grande fonte di Ispirazione.


Dalle nostre parti... sono le sue invenzioni ad esercitare il maggior fascino e ad avere la meglio, non di certo la sua tecnica pittorica e le sue doti architettoniche o filosofiche (almeno per il momento)...








E questa mostra ci dato la possibilità di vedere realizzate le sue invenzioni e dunque di poter dare forma a quello che era solo stato immaginato e lasciato nella stanza della fantasia...








... e io trovo che questo sia davvero delizioso e soddisfacente.


Ora non ci resta che approfondire con qualche lettura.





martedì 3 aprile 2018

La via della Seta... e l'Antica Cina

Lo Studio delle Antiche Dinastie della Cina 
La loro cultura, storia, religione...
Le continue Battaglie...





ci apre le porte (come sempre) ad altri approfondimenti... forse anche più interessanti e in alcuni casi... inquietanti.

La Via della Seta.
Domanda: ma i Bruchi muoiono?
Purtroppo si.








Mentre la Storica Festa del Perdono a Melegnano, oltre a regalarci un ambientazione Medioevale (Manifestazione e Ambientazione - Castello Mediceo)



ci fornisce la Materia Prima di studio...
Un caso???